Ingresso AREAtusea

SiracusaCalcio.net, il portale dei tifosi aretusei
I tifosi si mobilitano! PDF Stampa E-mail
SiraNews - Ultime Notizie
Scritto da ciampa   
Sabato 23 Maggio 2015 13:59
Riceviamo e pubblichiamo:



Il Club “Azzurro Nicola De Simone” e il gruppo “Veterani”, chiedono che la società e la dirigenza dell’A. S. D. Città di Siracusa  e l’amministrazione comunale cittadina, con a capo il Sindaco Giancarlo Garozzo e l’assessore allo sport Pierpaolo Coppa, concordino un incontro pubblico in presenza della tifoseria da svolgersi entro e non oltre sabato 30 maggio 2015 allo Stadio “Nicola De Simone”. Pertanto, si invita il sodalizio “aretuseo”, a non consegnare le chiavi dell’impianto di Piazza “Luigi Leone Cuella” prima dell’incontro. L’obiettivo comune di tifosi, società e amministrazione, deve essere il giungere al più presto ad una soluzione che non metta a repentaglio il futuro del Siracusa Calcio. La premessa fondamentale è che, si giunga ad un accordo pacifico, con la possibilità del contraddittorio, che permetta di non intralciare il nostro futuro calcistico. Tutta la tifoseria, le testate giornalistiche e l’intera cittadinanza sono invitiate a partecipare. Certi di una pronta risposta da ambo le parti (contattateci all’indirizzo email Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. ), per il bene comune che si chiama Siracusa, vi inviamo i nostri più cordiali saluti.
  Discuti questo articolo nel forum (1 risposte).
Continua la querelle tra il Siracusa Calcio e il Comune PDF Stampa E-mail
SiraNews - Ultime Notizie
Scritto da ciampa   
Sabato 23 Maggio 2015 10:44
L’amministratore delegato del Città di Siracusa, Gaetano Albergamo, risponde a quanto detto dall’assessore allo sport Pierpaolo Coppa e dall’assessore al bilancio Gianluca Scrofani. “La politica con lo sport non ha nulla a che vedere – dichiara Albergamo - l'unico comune denominatore che abbiamo si chiama stadio . Se avessimo avuto la fortuna di avere un impianto di nostra proprietà, non saremmo qui a discuterne . Premesso ciò, questa società sta semplicemente chiedendo all'amministrazione comunale, nonché proprietaria del Nicola De Simone, di poter programmare il futuro. Un futuro che, in queste condizioni di precariato, non ci permetterebbe di avere alcuna chance. Non è assolutamente vero che stiamo cercando il pretesto per abbandonare  e siamo disposti a tornare indietro se ci saranno le seguenti condizioni:
1) la concessione per sei giorni a settimana di una struttura idonea per poter disputare gli allenamenti della prima squadra e organizzare il settore giovanile . In attesa del manto sintetico che verrà fatto l’anno prossimo allo stadio .
2) la garanzia che il Siracusa possa svolgere la stagione calcistica 2015/2016 nel proprio stadio, ossia il Nicola De Simone.
Questo è ciò che chiediamo.
Se il comune ci garantisce quanto sopra, a quel punto saremo disposti a tornare sui nostri passi, facendo capire che non abbiamo creato un pretesto per abbandonare ma che sono richieste lecite da parte di una società che vuole fare le cose per bene. A tal proposito, invito l’assessore Coppa e l’assessore Scrofani a renderci noti i nomi degli imprenditori che vorrebbero entrare nel Siracusa Calcio e di farsi promotori di eventuali incontri. Detto questo, ribadiamo la nostra intenzione a consegnare le chiavi lunedì 25 maggio 2015
”.
  Discuti questo articolo nel forum (1 risposte).
Il Comune dà un calcio al Calcio a Siracusa? PDF Stampa E-mail
SiraNews - Ultime Notizie
Scritto da ciampa   
Giovedì 21 Maggio 2015 16:38
altL’A. S. D. Città di Siracusa tramite le parole dell’amministratore delegato Gaetano Albergamo, dopo aver incontrato i soci del sodalizio azzurro, intende rispondere alle affermazioni rilasciate dal Sindaco Giancarlo Garozzo ad alcune testate locali. “La passata e attuale proprietà, in questi due anni, ha cercato, riuscendoci, di riportare il calcio di questa città in serie D – queste le prime parole di Albergamo – non avevamo promesso ne la serie A, ne la B, ne la Lega Pro. Avevamo l’obiettivo della serie D e ci siamo subito riusciti. Dal giorno dopo speravamo di ricevere l’interesse da parte degli imprenditori, delle istituzioni e degli appassionati ma cosi non è stato. I tifosi, che ringraziamo per esserci stati vicino durante tutto l’arco della stagione sia in casa che in trasferta, hanno, giustamente, dal canto loro, chiesto la Lega Pro immediatamente. La classe politica, con in testa il Sindaco Garozzo, non ha avuto neanche l’accortezza di ringraziarci o di complimentarsi con noi per la vittoria del campionato. Questo ci fa capire che la voglia di fare calcio non esiste, e in questo modo non ci sono le condizioni per andare avanti. Non abbiamo un settore giovanile, non abbiamo una struttura dove poter far giocare i ragazzini. La stessa prima squadra è obbligata ad allenarsi o a bordo campo o in campi alternativi. Sul terreno di gioco, bisogna innanzi tutto dire una cosa. La gestione passata riceveva € 180.000.00 da parte della precedente amministrazione per la manutenzione del terreno. Noi, invece, l’abbiamo preso in condizioni pietose, come si nota anche dalle foto e risistemato spendendo circa € 70.000.00. Inoltre abbiamo, sempre a spese nostre, sistemato la palazzina adiacente allo stadio. Il comune ha semplicemente versato un contributo di appena € 30.000.00 in due stagioni. Ognuno deve fare la propria parte, società, comune e tifosi. Se l’interesse, invece, deve essere solo ed esclusivamente della società, io e i soci non intendiamo andare avanti”. Sulle dichiarazioni del Sindaco, rilasciate poche ore fa ad alcune emittenti locali, l’amministratore delegato risponde cosi: “ciò dimostra che al Sindaco non interessa il calcio a Siracusa. Allora, abbiamo deciso di togliere il disturbo. Ci sono diversi comuni limitrofi che ci fanno la corte da diverso tempo offrendoci strutture e sponsor. Mentre il nostro primo cittadino, non intende neanche contribuire alle spese che andremmo incontro, qualora dovessimo andare a giocare in provincia. Detto ciò ringraziamo tutti per il sostegno datoci in questi mesi, ma non potendo neanche far partire la campagna abbonamenti, non potendo cosi fare nessun tipo di programma allo stato attuale, non avendo un impianto dove giocare, anche per i continui ritardi nonostante il comune avesse promesso il contrario, in questo modo vengono a mancare anche i diversi sponsor cittadini che si erano avvicinati, non possiamo continuare in queste condizioni. Nonostante la convenzione legata allo stadio ‘Nicola De Simone’, fino al 31 luglio 2015, consegneremo le chiavi già lunedì 25 maggio 2015. Quindi togliamo il disturbo, perché di disturbo si tratta”.
  Discuti questo articolo nel forum (2 risposte).
Al via il “Torneo Leoncelli”. Al “De Simone” il 15/5 PDF Stampa E-mail
SiraNews - Ultime Notizie
Scritto da ciampa   
Mercoledì 13 Maggio 2015 09:29
Presentato il “Primo Torneo Leoncelli – Città di Siracusa” riservato a tre categorie di calcio giovanile quali “piccoli amici”, “pulcini” ed “esordienti”. La manifestazione si svolgerà al “Nicola De Simone” dal 15 al 17 maggio. Partite in programma sin dalle 10.00 del mattino. Tra pause e rinfreschi proseguiranno sino alle 22.00. I piccoli calciatori, avranno dunque, il piacere di giocare anche sotto i riflettori. Alla conferenza stampa di presentazione hanno partecipato gli organizzatori Paolo Bonaiuto, Giuseppe Bonaiuto, Gaetano Favara, Giovanni Abela e Antonio Midolo oltre al delegato della “Garman”, Emanuele Garufi, sponsor tecnico del torneo. Calcio e non solo. Domenica 17 maggio, infatti, poco prima della premiazione ad esibirsi sarà la “Scuola Planetarium” di Canicattini Bagni con la bravissima Paola Petrolito.

Sport e Spettacolo, un mix perfetto – dichiara Paolo Bonaiuto - Abbiamo organizzato il tutto in appena due settimane, per me è un grosso successo essere riuscito a portare a Siracusa così tante società. Sarà un vero piacere vedere all’opera così tanti bambini. Il nostro augurio è che sia soltanto l’inizio. Il futuro del calcio, del resto, parte proprio da loro”.

Nel dettaglio le squadre che prenderanno parte al torneo:

Piccoli Amici: Xiridia, Erg, Sortino, Magica Catania, Real Siracusa, Azzurra B, Baglieri, Katanè, Palazzolo, Azzurra A, Olimpique Avola, Enzo Grasso.

Pulcini: Pantanelli, Erg, Katanè, Stella Nascente, Xiridia, Sortino, Magica Catania, Real Siracusa, Palazzolo, Baglieri, Olimpique Avola, Enzo Grasso.

Esordienti: Palazzolo, Erg, Stella Nascente, Pantanelli, Sportland, Real Siracusa, Hellenika, Katanè.

E’ possibile scaricare il calendario completo del torneo cliccando su Torneo “Leoncelli” Città di Siracusa (pagina facebook ufficiale).
  Discuti questo articolo nel forum (1 risposte).
Nata quando il De Simone era il Littorio PDF Stampa E-mail
SiraStory - Storia del Siracusa Calcio
Scritto da ciampa   
Giovedì 30 Aprile 2015 13:26
Ecco, come promesso, la Canzone composta nel 1931. Sarebbe interessante recuperare anche l'esecuzione del brano che, se qualcuno potesse fornircelo, non esiteremmo a pubblicare.

"La Canzone degli azzurri"
(parole di Salvatore Grillo - Musica di F. Patania)

Dell'azzurro cielo ch'è il più bel color
è la casacca dei "leoncelli ":
baldi atleti son d'indomito valor
con gli avversari più ribelli,
perché nel loro cuor - il fiero nome sta
di Siracusa l'immortal città.

Siracusa - quale dolce nome
leoncello azzurro porti tu
come simbol d'ogni virtù.
Azzurri! Azzurri!
in alto in alto i cor,
vincere bisogna sempre con ardor.

Al "littorio " nessuno passerà
perché gli azzurri l'han stregato;
anche in serie B oppure in serie A
lo Stadio non sarà espugnato.
Maglie d'ogni color - dovete confessar
che coi "leoncelli" è vano ogni sperar.

Leoncello reggi fermo il pie'
l'avversario in agguato sta:
dal tuo campo non passerà.
Azzurri! Azzurri!
in alto in alto i cor,
vincere bisogna ovunque con ardor.

Il foot-ball è un giuoco molto original
che non tramonterà giammai.
Fischia l'arbitro, un leoncello assal:
fra pochi istanti saranno guai.
Già scatta il pubblico: un'ala fugge sol
e "crossa" al centro che raccoglie a vol.

Centr'attacco tira presto in "goal",
la vittoria non ci mancherà:
l'avversario battuto è già.
Azzurri! Azzurri!
in alto sempre i cor,
vincere bisogna e vinceremo ogn'or.
  Discuti questo articolo nel forum (1 risposte).
Un po' di Storia ricordando Italo Formosa PDF Stampa E-mail
SiraStory - Storia del Siracusa Calcio
Scritto da ciampa   
Giovedì 23 Aprile 2015 16:29
La rocambolesca, seppur meritata, promozione in D mi ha suggerito di pubblicare una chicca, tratta da una rubrica tenuta dall'indimenticabile Italo Formosa su "I Siracusani" di Luglio-Agosto 2001.
Il testo della Canzone di cui si parla per il momento l'ho voluto omettere, per evitare di mettere troppa carne al fuoco. Sarà però oggetto di una prossima pubblicazione.

Ortigia sportiva
(da "Ortigia" ottobre 1931)

Un mese: quattro partite, sette punti, tredici goals all'attivo, quattro al passivo, due vittorie fuori casa. Chi avrebbe supposto dopo le incertezze di inizio che la squadra azzurra sarebbe risalita così forte da mettersi in testa alla classifica? Forse nessuno, per un certo senso di amarezza che serpeggiava nell'animo dei tifosi; nessuno, e tutti nello stesso tempo trovavano una fiducia indefinita in questo stesso scoramento. E si è aspettata con trepidanza ognuna di queste due partite fuori casa per commettere il fatale suicidio sportivo a cui ogni tifoso si era votato oppure per ritrovare il coraggio e la gloria dei tempi migliori.
Fortuna per i "Leoncelli" che da tali hanno avuto il fiuto lungo e han sentito l'odor di burrasca che minacciava l'orizzonte. E in quindici giorni, con due smaglianti vittorie, si sono riacquistati la fiducia dei sostenitori, smentendo i falsi allarmi di critiche maligne che vedevano la nostra squadra fra le mediocrità, e assurgendo al meritato posto da cui non dovrebbero più staccarsi. In meno di due settimane gli azzurri hanno fatto rivivere le prodezze dello scorso anno, dimostrando e confermando che sin da allora la squadra era matura - se pur non si voglia ammettere che lo sia stato ai tempi del vecchio "Gargallo" - per la promozione nella Naz. B, e solo circostanze avverse ne hanno attardato l'avveramento. Onore, quindi, ai "leoncelli" che cominciano a far valere cuore e tecnica; senza montature, perché questo vuol essere un elogio e uno sprone per le future battaglie. La meta è ancora lontana ed essi vi dovranno giungere vittoriosi, perché ogni sportivo possa sentirli dentro il cuore come sente ancora i fatidici nomi di Bagnoli, Pioletti, Alvarez, Gamma etc., vecchie casacche che dopo una vittoria pensavano con fermezza a quella seguente, con tale convincimento da far traboccare d'orgoglio il cuore dei tifosi.
Ora la via giusta è trovata. Ai leoncelli il compito di seguirla.
***
Leggi tutto...
  Discuti questo articolo nel forum (1 risposte).
Comunicato: festa promozione al “De Simone” PDF Stampa E-mail
SiraNews - Ultime Notizie
Scritto da ciampa   
Giovedì 16 Aprile 2015 17:51
altDomenica 19 aprile 2015 il Siracusa festeggerà con i suoi tifosi la promozione in Serie D. Una stagione da incorniciare quella degli uomini di mister Anastasi che saluteranno il pubblico siracusano con un’amichevole con l’Asd Cara Mineo che a sua volta ha vinto il proprio torneo di competenza ed è approdata in Prima Categoria. Compagine, quella del Mineo, formata interamente dai migranti ospiti del centro d’accoglienza per richiedenti asilo. Venticinque giocatori in rappresentanza di diverse nazionalità: Gambia, Mali, Camerun, Nigeria, Somalia e Burkina Faso.

L’occasione ideale per tributare il giusto applauso ai calciatori azzurri, allo staff tecnico e dirigenziale per un’annata che il popolo sportivo aretuseo difficilmente dimenticherà. L’appuntamento, allora, è per domenica 19 aprile alle ore 18.00 presso lo stadio “Nicola De Simone” (ingresso libero).

Vi aspettiamo numerosi e… festanti!
  Discuti questo articolo nel forum (1 risposte).
SIRACUSA IN SERIE D!! PDF Stampa E-mail
SiraNews - Ultime Notizie
Scritto da Johnny Giovinazzo   
Domenica 12 Aprile 2015 18:06
Terminata la partita di oggi al De Simone di Siracusa col risultato di 2-0 sulla San Pio X, il Siracusa viene promosso direttamente in Serie D per il contemporaneo pareggio dello Scordia a Barcellona Pozzo di Gotto. Pareggio ottenuto dalla formazione igeana al terzo minuto di recupero con un gol di Biondo, sul finire di una partita tesa e combattuta fino all'ultimo secondo, a sprazzi rocambolesca, con innumerevoli cartellini e purtroppo anche risse fra le due squadre, dentro e fuori dal campo.

La partita é stata anche sospesa per l'infortunio, al 32° del secondo tempo, del difensore dell'Igea Di Stefano, per il quale é stato necessario l'ingresso in campo dell'ambulanza.

Meglio tardi che mai, il gol dell'Igea Virtus é arrivato circa un quarto d'ora dopo la fine di tutte le altre partite. Nessuno, al De Simone, si aspettava la Serie D con i giocatori quasi giá sotto la doccia. All'inizio sembrava uno scherzo, ma quest'anno l'ultimo biglietto last minute per la promozione diretta lo stacca il Siracusa veramente.

Onore ai Leoni per la meritata promozione conquistata sul campo, all'Igea per lo spirito sportivo mostrato oggi e allo Scordia per il bel duello offerto in questa stagione!



Siracusa: Vitale, Liistro, Santamaria, Arena (80’ Palermo), Zappalà, Pettinato, Mascara, Conti, Contino, D’Agosta, Petrullo (80’ Fichera). A disp: Pandolfo, Orefice, Grasso, Montella, Carpinteri. All. Anastasi

San Pio X: Romano, Santonocito P., Doccula (74’ Sottile), Pandolfo, Pistorino, Garufi, Vadalà, Caruso, Conte, Santonocito M. (65’ Costa), Ranno (60’ Mazzamuto). A disp: Costanzo, Oliveri, Papaserio, Criscione. All. Platania

Arbitro: Ilaria Bianchini di Terni (Assistenti: Raineri-Lambiase di Palermo)

Reti: 4’ Contino, 93’ Fichera
Siracusa campione. L’ultima giornata di campionato incorona gli azzurri e regala a Mascara e compagni l’accesso diretto in Serie D. Il sorpasso sullo Scordia giunge all’ultimo minuto e fa esplodere la gioia di una città intera che questa mattina si è svegliata col sorriso. Dopo tanti mesi in testa alla classifica sarebbe stata davvero una beffa dover ricorrere agli spareggi play off. L’Igea Virtus, invece, ha onorato il gioco del calcio, e dopo aver battuto il Siracusa nei minuti di recupero, lo stesso ha fatto con gli etnei bloccati sul pari addirittura al 99’ (il gioco era stato fermo per circa dieci minuti per soccorrere un calciatore locale). Il concomitante successo sul Catania San Pio X (2-0 in gol Contino e Fichera) ha regalato la promozione in quarta serie agli uomini di mister Anastasi.

Scesi in campo più agguerriti che mai. Anastasi sceglie Vitale in porta, difesa a quattro con Liistro e Santamaria esterni, Zappalà-Pettinato la coppia centrale. Mascara in cabina di regia con Arena e Conti in mediana. In avanti Contino punta centrale con ai lati Petrullo e D’Agosta. Al 4’ è già 1-0. Contino di testa sfrutta nel migliore dei modi un assist di D’Agosta. Per l’agrigentino è il 15esimo centro in campionato. Poi la gara vive una fase di stallo. Testa ed orecchie sono a Barcellona. E non potrebbe essere altrimenti. Nel finale il neo-entrato Fichera chiude i conti firmando il 2-0 grazie ad un pregevole passaggio di Mascara.

Ma lo Scordia è ancora avanti. La squadra va sotto la Curva Anna. Gli ultras chiedono il massimo impegno in previsione play off. E parte l’incitamento dei tifosi per l’ormai imminente rush finale di stagione. Quasi tutti rientrano negli spogliatoi. Altri no. Restano in campo con le radioline in mano. Lo stesso fanno molti tifosi sia in tribuna che in curva. L’ultima azione di Igea Virtus-Scordia regala il pari ai messinesi e la Serie D al Siracusa. Al “De Simone” esplode la festa. Tornano tutti dentro. L’emozione è enorme. Tanti tifosi che nel frattempo avevano abbandonato lo stadio tornano in fretta e il pomeriggio si trasforma in una giornata memorabile per tutti gli sportivi siracusani. Non tanto per il salto in D, categoria comunque stretta al popolo azzurro, ma per come è arrivata. Una promozione, e questo non ci stancheremo mai di dirlo, che questa società, questo staff dirigenziale, questo staff tecnico e questa squadra, stra-meritavano!


  Discuti questo articolo nel forum (5 risposte).
Comunicato: ultima di campionato al “De Simone” PDF Stampa E-mail
SiraNews - Ultime Notizie
Scritto da ciampa   
Martedì 07 Aprile 2015 18:12
Domenica 12 aprile 2015 calerà il sipario sul campionato di Eccellenza girone B. Al “Nicola De Simone” il Città di Siracusa affronterà la Catania San Pio X alle ore 16.00. Nel girone d’andata (era il 13 dicembre 2014) gli azzurri s’imposero in quel di Mascalucia per tre reti a due. Contino (doppietta) e Fichera i marcatori.

Mascara e compagni si sono ritrovati questo pomeriggio, dopo i due giorni di sosta per le festività pasquali, al “De Simone” per la prima sessione settimanale. Clima sereno e squadra vogliosa di scendere in campo e ottenere il massimo dalla sfida agli etnei. Vincere e aspettare buone nuove da Barcellona Pozzo di Gotto. Qualora così non fosse, il successo sui biancorossi garantirebbe, quantomeno, l’accesso diretto alla fase nazionale dei play off. Non certo un dettaglio evitare gli spareggi regionali.

Per far ciò mister Anastasi potrà contare su tutti gli effettivi a disposizione non essendoci squalificati. La società invita i tifosi e tutti gli sportivi siracusani a far quadrato attorno alla squadra in questo delicato e fondamentale frangente della stagione. Già da giovedì 9 aprile sarà possibile acquistare i biglietti di Città di Siracusa vs Catania San Pio X presso i consueti punti vendita.
  Discuti questo articolo nel forum (1 risposte).
Finocchiaro: “Dai tifosi la carica giusta” PDF Stampa E-mail
SiraNews - Ultime Notizie
Scritto da ciampa   
Lunedì 30 Marzo 2015 10:14
A rompere il silenzio in casa Siracusa è il direttore generale Alfredo Finocchiaro che, attraverso una nota ufficiale del club, esprime il suo pensiero all’indomani del successo ottenuto in casa del Rosolini. “Per prima cosa volevo ringraziare – afferma Finocchiaro – i tanti tifosi azzurri giunti in trasferta. Lo striscione esposto mi ha commosso. Non è da tutti continuare a fare km su km dopo aver incassato una delusione del genere. Così come il loro atteggiamento. In silenzio per la prima parte del match, poi non si sono fermati un momento. E quei cori non li scorderemo facilmente. Siamo i primi a capire il loro rammarico. Ci hanno sostenuto e seguiti in qualsiasi stadio con la speranza di poter rivedere il Siracusa in categorie superiori. Perdere il primato a tre dalla fine è stata una batosta per tutti noi. Ma soprattutto per loro che giornalmente fanno sacrifici enormi per poi, ogni domenica, tifare la squadra della propria città. Questo lo sappiamo benissimo. La giornata di ieri ha dato a tutto il gruppo, dallo staff ai giocatori, la carica giusta per affrontare al meglio questo finale di stagione. Inutile girarci attorno – conclude il dg – dopo tutto quello che abbiamo attraversato, vogliamo la Serie D. Vogliamo conquistarla per noi e per i nostri fantastici e unici tifosi. Siamo più agguerriti di prima. In qualsiasi modo, o promozione diretta o tramite la fase nazionale dei play off, faremo il possibile e l’impossibile per andare in Serie D”.
  Discuti questo articolo nel forum (1 risposte).
Città di Rosolini 1 - 3 Città di Siracusa PDF Stampa E-mail
SiraNews - Ultime Notizie
Scritto da ciampa   
Domenica 29 Marzo 2015 15:58
Con l'Igea sconfitta, anche le speranze di una frenata dello Scordia a Barcellona nell'ultima di campionato si assottigliano.
Mancano, infatti, le possibili motivazioni che avrebbero obbligato l'Igea a cercare la vittoria per poter disputare i play off.
Per cui prepariamoci ad affrontare i play off nazionali con una squadra del Girone B campano che con molta probabilità sarà una tra il Sant'Agnello (Sant'Agnello è un comune di 9.062 abitanti della città metropolitana di Napoli) e la Scafatese.


Rosolini: Fornoni, Zarouali, Carbonaro (66’ Pisana), Martines, Cosenza, Di Dio (73’ Trombatore), Maieli, Pizzo, Cammarata (78’ Di Mauro), Implatini, Ricca. A disp: Poidomani, Di Stefano, Rappocciolo, Stracquadanio. All. Trombatore

Siracusa: Vitale, Liistro, Santamaria, Conti, Zappalà, Pettinato, Mascara, Grasso (78’ Montella), Contino, D’Agosta (61’ Fichera), Petrullo (85’ Palermo). A disp: Pandolfo, Carpinteri, Orefice, Strano. All. Anastasi

Arbitro: Tucci di Ostia Lido. Assistenti: Sorace-Pernicone di Catania

Reti: 16’ D’Agosta, 38’ Mascara, 86’ Mascara, 90’ Implatini

Note: Ammoniti Zarouali, Liistro, Pettinato, Mascara

Il Siracusa ottiene la settima vittoria stagionale in trasferta ed espugna Rosolini grazie ai gol di D’Agosta e Mascara. Doppietta per il capitano che raggiunge quota 14 centri in campionato proprio come il compagno di squadra Contino.
Mister Anastasi deve fare a meno di Arena squalificato e schiera i suoi col 4-3-3. Linea di difesa composta da Santamaria, Zappalà, Pettinato e Liistro. Tra i pali va Vitale. Mascara in regia con Conti e Grasso in mediana. In avanti Petrullo-Contino-D’Agosta.
Leggi tutto...
  Discuti questo articolo nel forum (1 risposte).
«InizioPrec.12345678910Succ.Fine»

Pagina 1 di 34
 

Aiutaci a mantenere online il Portale dei Tifosi Aretusei, sostieni SiracusaCalcio.net con una donazione!

Importo: 

Ultime dalla SiraGallery

 1776 ospiti e 1 membro online